Monferrato Resort

Cereseto (Alessandria)

Descrizione

In breve

  • Tipologia: Camera (9),
  • Ospiti: 19

L'agriturismo

Monferrato Resort è una location di prestigiosa bellezza che offre una magnifica vista delle colline circostanti e dei suoi vigneti grazie all'ampia terrazza panoramica, alle accoglienti aree verdi e alla sala Rondine corredata da una ampia veranda. Notevole la piscina, contornata da un'area relax dotata di ombrelloni, lettini prendisole, doccia, assistente bagnante. In prossimità l'area griglia, in cui uno chef si occupa della cottura di carni piemontesi di prima qualità, il tutto con contorno di verdure dei nostri orti. Il Resort offre diverse sale ristorante dove è possibile gustare i piatti tipici della cucina monferrina Notevole per la scoperta del territorio circostante è il nostro servizio di noleggio E-bike https://www.monferratoresort.com/e-bike/

L'alloggio

Monferrato Resort è adagiato su un colle del paese di Cereseto, una piccola gemma tra le verdi colline del Monferrato, dominato dall?imponente e turrito Castello Gualino, uno dei più belli dell?intera zona. Monferrato Resort è una location di prestigiosa bellezza che offre ai suoi clienti una magnifica vista delle colline circostanti e dei suoi vigneti grazie all?ampia terrazza panoramica, alle accoglienti aree verdi della tenuta ed alla sala ristorante La Rondine corredata da una ampia veranda. Notevole ed accogliente la piscina a sfioro integralmente rimodernata e contornata da un?ampia area relax dotata di ombrelloni, lettini prendisole, doccia, assistente bagnante. In prossimità l?area griglia nella quale un nostro chef si occupa della cottura di carni piemontesi di prima qualità il tutto con contorno di verdure dei nostri orti. Caratterizzato dai colori del tufo e del mattone, spicca come un antico gioiello incastonato nel verde del parco che si estende intorno ad esso e costituisce il punto di intersezione tra due aree elette a Patrimonio Mondiale UNESCO : quella delle Langhe, Roero e Monferrato e quella del Parco e Sacro Monte di Crea. Oltre a 9 confortevoli camere nelle quali è possibile pernottare in assoluto relax, Monferrato Resort offre diverse sale ristorante nelle quali è possibile gustare i piatti tipici della cucina monferrina ( buona parte dei prodotti offerti è di nostra produzione ) accompagnati dai pregiati vini del Monferrato e delle Langhe; è disponibile cucina glutine free e viene risolto con facilità e professionalità qualsiasi problema di allergia od intolleranza. Grazie alle ampie sale è possibile svolgervi ogni tipo di evento : meeting aziendali, convegni, congressi, feste, matrimoni, qualsiasi altro tipo di cerimonia. I vostri piccoli amici a quattro zampe sono da noi benvenuti e nella tenuta potrete avvicinare i nostri cari animali: le caprette, le pecore, i daini, ed infine? nel laghetto posto all?inizio della proprietà i nostri acquatici.

Attività e dintorni

Il Monferrato Resort si colloca nel mezzo di un ideale triangolo che abbia ai vertici le città di Milano, Torino e Genova e, più in piccolo, le città di Alessandria, Asti e Vercelli. La sua posizione geografica è quindi l'ideale per chi voglia concedersi una pausa di relax immerso in una natura incontaminata. La zona nella quale è sito è patrimonio mondiale UNESCO unitamente alle Langhe e Roero mentre di fronte, sulla sommità di un colle, svetta il Santuario di Crea con il suo Sacro Monte, anch'essi patrimonio mondiale UNESCO. A soli tre chilometri sorge un'altra piccola perla del Monferrato Casalese: la città di Moncalvo nota in tutto il mondo per la Fiera del tartufo e quella del Bue Grasso. Tutto il territorio circostante è costellato di piccole cantine sociali ed aziende vitivinicole presso le quali si potranno degustare tutte le produzioni locali e quindi Barbera,Grignolino,Chardonnay, Albarossa,Rubino di Cantavenna,Rosso del Monferrato,Rouchè. Per chi fosse interessato ad un itinerario più culturale la città di Casale Monferrato offre delle splendide chiese tra cui il Duomo, la Torre civica, la Sinagoga, il Museo con annessa gipsoteca del Bistolfi. Quasi tutte le località descritte sono raggiungibili senza fatica utilizzando le nostre E-bike a nileggio. Casale Monferrato è una città ricca d'arte, storia, tradizioni e cultura, come dimostrano le dimore nobiliari, i palazzi storici, i monumenti, le chiese e i celebri castelli disseminati sulle colline monferrine. Il centro storico, in particolare, rappresenta la migliore testimonianza dell'illustre passato di Casale, con il castello dei Paleologi, la torre civica dell'XI secolo, il Duomo, uno dei più grandiosi esempi di architettura romanico-gotica del Piemonte, i palazzi di Via Mameli tra i quali quelli ove ha sede il Municipio, con l'elegante esempio di barocco casalese riconoscibile nel palazzo Treville, la Sinagoga nel caratteristico ghetto ebraico. Il Duomo: superato il portone d'ingresso si viene accolti nel suggestivo ambiente del nartece, grandioso e rarissimo in Italia, che è forse la parte più notevole della costruzione, la cui volta a nove compartimenti è un capolavoro di statica; tale tipo di ingresso è unico in Italia mentre presenta numerosi richiami all'architettura armena e islamica ( quest'ultima forse dovuta alla presenza sul territorio di manovalanza schiava mussulmana ). All'interno mantiene l'impianto del XII secolo con cinque strette navate. La Sinagoga ed il Museo Ebraico: fu edificata nel centro del ghetto, in vicolo Salomone Olper, nel 1595. Si tratta di un monumento di enorme interesse storico ed artistico e resta a perenne testimonianza della grandezza di una Comunità Israelitica Piemontese che tanto peso ha avuto nella vita di Casale Monferrato. Esternamente non presenta alcun interesse artistico, ma non appena l'occhio del visitatore si apre al suo interno ne resta ammirato per la ricchezza e la varietà delle decorazioni lignee e dei pregevoli stucchi di gesso. Museo Civico e Gipsoteca Bistolfi: all'interno del Chiostro di Santa Croce, dietro la facciata neoclassica del Magnocavalli (1758) troviamo il Museo Civico di Casale Monferrato. Il patrimonio museale qui raccolto, in buona parte frutto di donazioni e lasciti, può essere distinto in due principali collezioni permanenti: la pinacoteca al piano superiore e la gipsoteca al piano terra.Fra le varie opere che lo costituiscono, il Museo Civico di Casale Monferrato annovera alcune opere del casalese Pietro Francesco Guala, tra i migliori rappresentanti del settecento piemontese quali: Il Giudizio di Salomone e il bozzetto con La Disfatta degli Albigesi (il dipinto è nella Chiesa di San Domenico). La Torre Civica: posta sul lato destro della centrale Via Saffi entrando in città anch'essa del XI-XII secolo fu abbellita da una cella campanaria (M. Sammicheli) sovrapposta nel 1504. Alta mt. 60 sovrastata da banderuola anemoscopio con stemma dei Gonzaga. A lato chiesa di S. Stefano con tele di P. Francesco Guala, Cairo, Caroto, Caccia "Il Moncalvo". Moncalvo è città dinamica, ritenuta la capitale del tartufo bianco del Monferrato; tra i principali comuni del Monferrato, questa località è situata su una collina a nord-est del capoluogo e ai confini della provincia di Alessandria ed immediatamente confinante con il comune di Cereseto, ove sorge il Monferrato Resort. Tra i beni artistici ricordiamo il castello, di cui sono ben conservati i bastioni del XIV secolo con torrioni che ad ovest delimitano il campo da gioco di tamburello; la Chiesa di San Francesco del XII secolo: all'interno delle tre navate troviamo dipinti di Guglielmo Caccia detto il Moncalvo: le sue specialità enogastronomiche che attraggono numerosissimi turisti sono: il tartufo bianco, il bollito misto, gli agnolotti monferrini, la finanziera (ricco intingolo composto di frattaglie di pollo e di vitello con funghi e capperi), il fritto misto (piatto unico composto di cervella, animelle, fegato, polmone, frittura dolce ecc.), la tira (torta rustica), il bunèt (specie di budino). La festa patronale di Sant'Antonino si celebra la terza domenica di maggio con serate gastronomiche e concerti, ma l'industria turistica di Moncalvo si è sviluppata grazie a molte altre manifestazioni, dalla presenza di ristoranti, impianti sportivi, di una galleria d'arte e della stagione teatrale presso il bel Teatro comunale. Molto seguito il Torneo equestre dei Comuni del Monferrato (periodo estivo); dopo la metà di giugno si svolge la Festa delle cucine monferrine, che vede la partecipazione delle pro loco astigiane con i loro stands gastronomici; a luglio è di scena la musica con concerti di musica rock e jazz all'aperto; a settembre il paese partecipa al Palio di Asti; in ottobre la Fiera e mostra-concorso del tartufo, dove si possono acquistare prodotti locali tipici. Il Sacro Monte di Crea (uno dei primi ad essere edificati secondo il proposito originario di ricostruire topograficamente i Luoghi Santi di Gerusalemme per ovviare alle difficoltà dei pellegrini di recarsi fuori dal territorio italiano in luoghi molto lontani e pericolosi ) è composto da ventitré cappelle e da cinque romitori collegati tra loro da sentieri che inerpicandosi nel bosco conducono alla cappella del Paradiso, situata sulla sommità del colle. Nelle cappelle i gruppi statuari in terracotta policroma e i dipinti che illustrano i misteri del Rosario, sono opera di artisti quali il Bistolfi, G. Caccia detto il Moncalvo, il Fiamminghino e i fratelli Tabachetti. Sulla piazza la Basilica con all'interno la venerata statua lignea della Madonna, affreschi, dipinti ed ex voto. Il Parco Naturale si estende su una delle più alte colline del Monferrato ed è di notevole interesse botanico per la presenza di elementi floristici e speci di insetti rari o al di fuori della normale allocazione. I Sacri Monti del Piemonte, assieme a quelli della Lombardia, sono stati inseriti nel 2003 dall'UNESCO nell'elenco dei patrimoni dell'umanità. Il 22 giugno 2014 i paesaggi vitivinicoli del Piemonte (Langhe, Roero e Monferrato) sono diventati il 50° sito italiano iscritto nella Lista del Patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il sito ha una estensione territoriale di oltre 10 mila ettari ed è formato da 6 componenti: Langa del Barolo, Colline del Barbaresco, Nizza, Monferrato e il Barbera, Canelli e l'Asti Spumante, Castello di Grinzane Cavour, Monferrato degli infernòt. Col termine piemontese infernòt si indica un locale sotterraneo costruito scavando a mano una particolare roccia arenaria, la pietra da cantoni, o il tufo e solitamente adibito a cantina o dispensa. Caratteristica comune a cantine e infernòt è l'assenza di luce e di aerazione diretta. L'infernòt si distingue tuttavia dalla cantina vera e propria, rispetto alla quale occupa in genere una posizione inferiore e svolge una funzione sussidiaria, concentrata sulla conservazione del vino imbottigliato. Gli infernòt furono costruiti quasi tutti da contadini o cavatori senza alcuna nozione di ingegneria o architettura, ma sono ancora intatti grazie alla solidità e alla particolare resistenza del materiale di scavo. Il Monferrato degli infernot è una porzione del territorio monferrino caratterizzata da una particolare concentrazione della singolare e pregevole tipologia di architettura caratterizzata da locali scavati nella Pietra da Cantoni. I Comuni riconosciuti patrimonio dell'Unesco per la componente riguardante gli infernot sono Camagna Monferrato, Cella Monte, Frassinello Monferrato, Olivola, Ottiglio, Ozzano Monferrato, Rosignano Monferrato, Sala Monferrato e Vignale Monferrato. Il Monferrato Resort, pur ricadendo per gran parte nel territorio di Cereseto, ha una parte dei propri terreni in Comune di Ottiglio e quindi con orgoglio ed in qualche modo partecipa della fortuna di essere territorio UNESCO, tra l'altro quasi come fosse una cerniera con l'altra area dichiarata già da molto tempo patrimonio mondiale posta esattamente di fronte e cioè il Parco di Crea con il Sacro Monte ed il Santuario Mariano. Molte di queste località sono facilmente raggiungibili, senza alcuna fatica anche per i meno allenati attraverso il nostro nuovissimo servizio messa a disposizione di noleggio di E-bike https://www.monferratoresort.com/e-bike/

Servizi

Servizi disponibili

Ristorante
Piscina
Internet
Ammessi animali

Segnalare la presenza di animali al momento della prenotazione.

I proprietari saranno considerati responsabili per i danni a cose e persone.

Specie ammesse

  • Cani
  • Gatti

Taglia/genere cani

  • Piccola (meno di 10 kg)

Ammessi in

  • Alloggio
  • Ristorante
  • Aree comuni
  • Area attrezzata esterna
  • Piscina (non in acqua)

Sicurezza

  • Solo animali educati e sorvegliati
  • Obbligo di guinzaglio all'interno
  • Obbligo di guinzaglio all'esterno

Servizi

  • Ciotole per cibo e acqua
  • Lettino/tappetino interno
Sport e tempo libero
  • Biciclette disponibili
Vendita prodotti tipici
Servizi per disabili
Accettate carta di credito
Attrazioni/attività nelle vicinanze
  • Parchi tematici e acquatici
  • Parchi naturali
  • Musei e gallerie
  • Siti storico-artistici
Sport e attività nei dintorni
  • Trekking
  • Pesca
  • Equitazione
  • Golf
  • Tennis
  • Shopping

Prezzi e alloggi

Caricamento in corso

Recensioni

nessuna recensione
  • Posizione e dintorni
    -
  • Attività e servizi
    -
  • Alloggio
    -
  • Ristorante
    -
Sei stato in questo agriturismo?

Posizione

Monferrato Resort
Cereseto (Alessandria)

Altre proposte

Caricamento in corso
Agriturismo aggiunto ai preferiti
Agriturismo rimosso dai preferiti