contactModalFeedback

Spunti di viaggio

Agriturismo di charme Erbadoro di Alvito (Frosinone): intervista ai gestori

Oggi ti portiamo in provincia di Frosinone, precisamente a Alvito, a conoscere Francesco e il suo agriturismo di charme Erbadoro

Francesco è il giovane gestore dell'agriturismo Erbadoro. Dopo la laurea in ingegneria gestionale, Francesco - supportato da tutta la famiglia - ha deciso di lanciarsi in una speciale avventura, inaugurando nel 2015 un agriturismo di charme in provincia di Frosinone.

La sua è un'esperienza fuori dal comune e per questo ti suggeriamo di leggere subito la sua intervista e la sua storia #veryagriturismo!

Gestori di Erbadoro

Prima di tutto qualche domanda su come è iniziata la sua avventura.


Perché hai deciso di aprire un agriturismo?

A 24 anni, con una laurea in ingegneria gestionale in tasca e una carriera tutta da percorrere, decidere di costruire e avviare un agriturismo non è impresa facile.
Un’eredità di terre e cultura agricola da preservare, il sogno di un padre che per una vita ha sviluppato software, la passione e l’esperienza di mia sorella nel settore della ricettività, l’abilità culinaria di mia madre, non hanno soltanto contribuito ad avviare i lavori ma ne sono stati il motore portante.

La nostra avventura è partita nel 2012: l’idea iniziale era di rivalorizzare la proprietà di famiglia con piccoli lavori. Non avremmo mai pensato che nel 2015 avremmo inaugurato un agriturismo di charme che oggi rappresenta una realtà ricettiva della Valle di Comino.

Raccontaci qualcosa di speciale del tuo agriturismo

Mi piacerebbe raccontarvi perché ci chiamiamo Erbadoro con un breve racconto scritto da mia sorella Roberta che narra parte della nostra storia:

“Erbadoro è un nome, ma anche una storia che narra di una stagione passata, con l’uva calda di sole e la natura immobile sotto un cielo terso.
Quando il tempo si muove a passi lenti e i profumi sono nitidi e intensi. Giocavo con i sassi, con le foglie, con la frutta rubata alle piante dei nonni.
Con l’erba.
Un’erba dal colore insolito, tendente all’arancio, che, all’ora del tramonto, trasformava il grande prato incolto in un enorme mare dorato.
Su quella distesa d’erba, ora c’è un giardino fiorito, dove la mia memoria sente ancora l’odore umido di cantina, il sudore dell’orto e il sapore stucchevole del rosso d’uovo.”

Una preziosa collezione di ricordi, tutti racchiusi nell’unica, predominante immagine dell’ ”erbadoro”, insomma.

Erbadoro scatti in agriturismo

Come si svolge la gestione quotidiana del tuo agriturismo?

Una famiglia più che uno staff che gestisce erbadoro come una casa ma con qualche accortezza in più.
Io mi occupo di tutti gli aspetti imprenditoriali, dall’azienda agricola alla contabilità, dalla gestione della sala ai rapporti con i clienti.
Mia sorella Roberta, esperta di marketing e anche lei imprenditrice agricola, sommelier AIS ed abile cuoca, si occupa della cucina, della gestione delle stanze e dell’Home Decòr!

Mio padre, ingegnere tutto fare, nel weekend passa dal computer al trattore, occupandosi di orto, giardino, piscina e di tutte le attività all’esterno. Lo chiamiamo il Jolly.
Mia madre, inesauribile fonte di energie e cuoca eccellente, insieme a Roberta, gestisce la cucina utilizzando prodotti della nostra e di altre ottime aziende agricole.

Come accogliamo i nostri ospiti? Nell’unico modo che conosciamo, trattandoli come se fossero amici che ci sono venuti a trovare ma con tutte le attenzioni di una struttura ricettiva capace di distinguersi.

Interni di Erbadoro

Ora spostiamo l'attenzione sui tuoi ospiti e le persone che accogli ogni giorno. Ci piacerebbe sapere qualcosa in più del tuo agriturismo, del modo in cui accogli i clienti e del tuo territorio!

Qual è la giornata tipo di un turista che decide di soggiornare nel tuo agriturismo?

Tutto comincia dalla colazione, le marmellate sono fatte in casa, i pancake li sforna Roberta, crostate e ciambelloni non mancano mai.

La giornata in genere prosegue facendo un giro nel vicino Parco Nazionale d’Abruzzo o visitando i paesini della Valcomino. Il pomeriggio è in piscina, tra una partita a ping pong e due tiri a calcetto con i più piccoli.
A cena ci si ritrova tutti in terrazzo, per una cena a bordo piscina, con un buon bicchiere di vino della nostra cantina.

Esterni di Erbadoro

La cosa che più amano i turisti che soggiornano da te?

Senz’altro l’atmosfera. Leggendo le recensioni spesso ringraziano lo staff per averli accolti in un clima familiare ma curando tutti i dettagli. Poi bisognerebbe chiedere a loro…

Cosa possono fare e vedere nei dintorni i tuoi ospiti?

Lunghe passeggiate a cavallo, un giro in pedalò nella riserva naturale del Lago di Posta Fibreno o visitare le famose abbazie di Casamari e Cassino. Un giro per le cantine vitivinicole non può mancare, così come non può mancare una visita al Castello Medievale di Alvito.

Il prodotto tipico del tuo territorio è…

Da appassionato di vini risponderei il Cabernet di Atina, provate quello della cantina Petra Potens! A tavola ce ne sono molti altri, dai fagioli cannellini alla pasta fatta in casa, dal pecorino di Picinisco al torrone ducale di Alvito.

C’è qualcosa di speciale che un turista può comprare nella tua zona?

Purtroppo o per fortuna da comprare c’è poco, la zona è rimasta a carattere prevalentemente agricolo, non sono diffusi i negozi. Poi se si vuole riempire la dispensa della cucina le piccole aziende agricole sono felici di soddisfare ogni richiesta.

Cosa riesci a trasmettere ai tuoi ospiti?

Aspetto sempre con ansia nuovi ospiti, mi piace ascoltare le loro storie e vivere le loro giornate. Cerco di trasmettergli la passione per il territorio e per le cose semplici, cerco di fargli vivere una vita più rilassata rispetto a quella di tutti i giorni.

Cosa non può mancare in un agriturismo?

Sono tanti gli elementi fondamentali che non possono mancare in agriturismo ma ce ne sono due che lo rendono autentico. Mi riferisco alla gestione familiare, che consente di dare qualcosa in più agli hotel, ed alla cura per i prodotti agricoli, che sono sempre più difficili da reperire nelle grandi città.

Prodotti di Erbadoro

E infine un breve botta e risposta.

3 aggettivi per descrivere il tuo agriturismo

Di charme, perché rispetto agli agriturismi tradizionali abbiamo cercato di utilizzare elementi materici e tonalità naturali che rimandano alla ricca vegetazione esterna.
Genuino, perché il nostro orto, l’uliveto ed il frutteto regalano prodotti sani e puliti, trasformati in oli, marmellate e gustosi piatti.
Rilassante, perché all’ombra di aceri e betulle, tra un’altalena e una passeggiata in giardino, è facile innamorarsi della nostra quiete.

Il tuo agriturismo è perfetto per…

Chiunque abbia voglia di rilassarsi e staccare la spina qualche giorno. Le nostre camere quadruple sono a misura di famiglia, le doppie per le coppie in fuga d’amore.

Erbadoro territorio

Cosa ti piace del tuo lavoro?

Praticamente tutto, dall’accoglienza dei clienti alla manutenzione della struttura, dal servizio ai tavoli alla gestione dell’azienda agricola. Forse ciò che mi piace di più in assoluto è chiacchierare con gli ospiti che amano trattenersi più a lungo dopo cena, tra un bicchiere di vino e una candela ancora accesa.

Perché ami il tuo territorio?

Lo amo grazie ai miei nonni, è lì che ho i ricordi più belli nonostante lo studio mi abbia portato lontano. È dove ho imparato le cose più semplici e dove un semplice panorama traspira aria di casa. È un posto dove la gente ha ancora voglia di andare piano, di spendere qualche parola in più e di aiutarti in maniera disinteressata. Era il posto giusto dove avviare un’attività.

E a te è venuta voglia di soggiornare in questo agriturismo di charme, pace e tranquillità? Cliccando qui puoi visualizzare la scheda dell'agriturismo, trovare maggiori informazioni e organizzare oggi stesso il tuo viaggio!

Caricamento in corso
Agriturismo aggiunto ai preferiti
Agriturismo rimosso dai preferiti