Spunti di viaggio

San Valentino 2013: tre idee per una fuga romantica

Tre luoghi insoliti, unici e romantici, in Piemonte, Toscana e Campania, per un fine settimana da sognare vivendolo.

  • Pagina 1
  • Pagina 2
Pagina
1
di 2

Da antico rito per la fertilità a festa cristiana, scivolato troppo spesso in un evento commerciale, San Valentino non si lascia ignorare, tanto che forse l’unico modo di sfuggire alle rose in offerta speciale e al dilagare di cuori di ogni forma e dimensione è quello di preparare un bagaglio leggero e regalarsi due giorni ostinatamente fuori dal mondo. In coppia, naturalmente.

1. In Piemonte tra brughiera e castelli, come Heatchliff e Catherine

Chi non si è innnamorato dei paesaggi selvaggi descritti da Emily Bronte in Cime tempestose, del viola intenso dell’erica e dell giallo delle ginestre pettinate dal vento, dei profumati boschi di betulle, del silenzio e degli spazi da esplorare a piedi attraverso stretti sentieri disegnati nel verde muschioso dei prati?

Non occorre prendere un aereo per vivere le emozioni di questa natura solo apparentemente inospitale, la brughiera è un ambiente presente anche nel Nord Italia, benchè sempre più minacciato dalla riduzione della pastorizia. La brughiera, in Piemonte, si chiama Vauda, ed è protetta da una Riserva Naturale Regionale, nella zona del Canavese, che offre tracciati percorribili a piedi, in mountain bike e in parte carrabili, per immergersi in questo paesaggio unico e affascinante.

A breve distanza, si stendono anche i morbidi pendii delle colline del Monferrato, con i suoi suggestivi castelli e le storiche cantine, per completare un week end davvero romantico e fuori dagli schemi, con un ottimo calice di vino e piatti raffinati a base dei pregiati tartufi bianchi, di selvaggina e dei frutti della terra e del lavoro dell’uomo.

Il tutto sarà ancora più magico se sceglierete di alloggiare in una delle molte aziende vinicole che offrono alloggio agrituristico con vista sui vigneti.

 

Foto: Marcozanon, James Temple, Uljana Egli

2. In Toscana, il sogno romantico della Val D’Orcia

Impossibile stilare una classifica dei luoghi più romantici in Toscana, ma di sicuro la Val D’Orcia, con il suo straordinario orizzonte di colline sinuose, i suoi tramonti unici, i viali di cipressi, i boschi e i monasteri, i borghi incantati… non potrebbe che trovarsi tra le posizioni più alte. La bellezza di questa terra è tale da lasciare senza fiato, ovunque si sposti lo sguardo si ha l’impressione di essere finiti dentro la tela di un pittore, se non fosse per i profumi.

Tra i mille luoghi che renderebbero straordinaria qualunque giornata merita una menzione, per la sua straordinarietà, il borgo di Bagno Vignoni, con la sua vasca termale a cielo aperto, proprio al centro del paese, che in inverno lo ammanta di una suggestiva foschia e di benefici vapori. Qui veniva a bagnarsi Lorenzo il Magnifico, conducendovi probabilmente le sue molte amanti, qui sono stati ambientati film e scattate milioni di fotografie.

A pochi chilometri, si può ammirare il suggestivo spettacolo delle Gole dell’Orcia, e per riposarsi e rigenerarsi non c’è niente di meglio che approfittare delle storiche e moderne terme che sorgono accanto alla grande vasca, per qualche ora dedicata al benessere.

Le strutture agrituristiche nella zona non mancano, e si può scegliere, a seconda del budget e delle preferenze, di soggiornare nella semplicità di una fattoria di pietra, nel silenzio di un antico convento o nella magica atmosfera di un castello, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

 

3. La costiera amalfitana d’inverno

Liberata della folla di turisti che la scelgono ogni anno per le vacanze estive, la Costiera amalfitana d’inverno risplende di tutta la sua romantica magia.

Il mare non è mai così blu e i tramonti più mozzafiato, benedetti da una pace e da un silenzio difficilmente apprezzabili in altri periodi dell’anno.

Ammirare Amalfi dall’alto del Belvedere dell’Infinito (un nome che è già una poesia) di villa Cimbrone, a Ravello, è un’esperienza indimenticabile in ogni stagione dell’anno, ma avere i giardini tutti per sé o quasi è un lusso che ci si può permettere solo d’inverno.

Lungo tutta la fascia costiera, soprattutto tra Positano e Vietri non mancheranno spettacoli mozzafiato fra mare, cielo, centri storici di magica bellezza. Positano la modaiola, Praiano con le chiese di San Luca e San Gennaro affacciate sul mare, Amalfi con il suo straordinario Duomo impreziosito dal magnifico Chiostro Paradiso, Minori con la chiesa di Santa Trofimena e la villa romana e, a un passo, la pittoresca Maiori con la Collegiata di Santa Maria a Mare e il castello di San Nicola de Thoro Plano.

Mai il pesce gustato sarà più fresco e profumato che in questo periodo da cui è bandita ogni frenesia e si può davvero assaporare l’autentica qualità della vita amalfitana, declinata su ritmi lenti e contemplativi, come suggeriscono i balconi e le terrazze delle case, rivolti in modo da godersi lo spettacolo del mare.
Mai l’ospitalità all’interno delle antiche ville e masserie sarà curata e personalizzata, speciale come lo è questo luogo unico e  straordinario.

 

Foto: Marcozanon, James Temple, Uljana Egli

Caricamento in corso
Agriturismo aggiunto ai preferiti
Agriturismo rimosso dai preferiti