contactModalFeedback

Spunti di viaggio

Sardegna: isola di magia e mistero

Acque limpide e cristalline, sabbia bianca e turismo esclusivo…ma la Sardegna non è solo questo!

  • Pagina 1
  • Pagina 2
Pagina
1
di 2

L'Isola è scrigno di una cultura millenaria, è montagna, boschi, mirti, lecci, querce da sughero, Parchi Nazionali e Riserve Naturali, è musica e antiche tradizioni, è cultura enogastronomica, profumi e colori intensi.
Molti gli scrittori che nelle loro opere ne hanno esaltato le bellezze: la sua natura in alcune zone ancora intatta, un patrimonio botanico e faunistico con specie uniche al mondo.
Da Nord a Sud i contorni del territorio sardo si trasformano in lunghe spiagge sabbiose, in rilievi montuosi, in stagni, lagune, macchie e foreste, in scogliere frastagliate.

Sardegna Nord: le spiagge da non perdere


Si passa quindi dalla zona Nord-Occidentale con i territori pianeggianti della Nurra ricca di vegetazione, Sassari ed il Golfo dell’Asinara con le sue suggestive coste, a quella Nord-Orientale dove la presenza del mare e della montagna ne rappresentano il particolare paesaggio. Ed è proprio la Gallura con le sue caratteristiche rocce granitiche, che ospita una delle aree a forte vocazione turistica, quale è la Costa Smeralda, con il suo alternarsi di spiagge, fiordi, scogli e piccole isole, che nella punta più a Nord formano l’arcipelago della Maddalena.

 

sardegna Agriturismo

 

Sardegna Centro: le zone da non perdere nel cuore dell'isola


Proseguendo poi verso il cuore della Sardegna, nei territori delle zone Centrali, uno tra tutti la Barbagia, ci si scontra con un paesaggio dalla natura incontaminata e aspra, ricca di specie florofaunistiche, montagne, colline, corsi fluviali, cascate, ma soprattutto da antiche tradizioni e cultura e da una cucina densa di sapori e genuinità.
All’asprezza dei territori Centrali si contrappone la dolcezza delle colline della zona Orientale. L’ Oristanese infatti è caratterizzato da zone collinari e pianeggianti, da lagune e interessanti zone umide come lo stagno di Marceddì, ricco di specie ittiche. Nella zona Orientale invece, i territori di Supramonte e l’Ogliastra con le aree desertiche, le grotte, le foreste secolari i siti archeologici e naturalistici, rappresentano un vero paradiso per gli appassionati delle diverse attività sportive: sport equestri, arrampicata, surf, trekking ed escursioni in mountain bike.

sardegna Agriturismo art 2

Sardegna Sud: le zone intorno a Cagliari

Infine caratteristica dei territori a Sud di questa magica Isola sono le miniere ed i campi di cereali e frutteti per la zona Sud-Orientale, rappresentata soprattutto dai territori di Iglesiente e Sulcis, mentre per i territori nel Sud-Occidente, Parteolla e Campidano di Cagliari è la gastronomia: pesce formaggi, olivi ed agrumi sono gli ingredienti principali di genuini e importanti piatti, di fama nazionale.

Tanti sono quindi gli aspetti che affascinano di questa straordinaria Isola, da Nord a Sud, dalle suggestive coste al cuore misterioso e selvaggio del suo entroterra, e altrettanti sono gli interessanti viaggi che potremmo suggerirvi per conoscere la Sardegna in tutti questi suoi aspetti. Noi ve ne proponiamo uno, e lasciamo a voi la possibilità di essere rapiti dalla travolgente bellezza e varietà dei paesaggi, della cultura e musica, di colori e sapori, della magia e del mistero.

Visita la pagina dei nostri agriturismi in Sardegna

Itinerario: Da Porto Torres ad Olbia: alla scoperta dei mille volti della Sardegna

Porto Torres, bella cittadina affacciata sul Golfo dell’Asinara il cui monumento principale è la Basilica di San Gavino, rappresenta il punto di partenza del nostro itinerario. Da Porto Torres si prende la SS 131 e si prosegue per le pianure della Nurra fino a Sassari, seconda città sarda con il suo caratteristico centro ricco di vicoli e strette vie.
Lasciata Sassari si prosegue verso Nord, si percorre il Golfo dell’Asinara fino a Castelsardo, suggestivo borgo dove il turismo balneare si contrappone alla ricchezza delle sue tradizioni, prima tra tutte l’artigianato.
Uscendo da Castelsardo a 4 km, si incontra la famosa roccia dell’Elefante, uno straordinario esempio di manifestazione erosiva delle rocce vulcaniche e calcaree della zona. Si prosegue poi verso Tempio Pausania, nel cuore della Gallura ai piedi del Monte Limbiara, caratteristico borgo, lontano dai fragori turistici e famoso per il bianco Docg Vermentino di Gallura, la produzione più esclusiva dell'enologia regionale. Da Tempio Pausania si prende poi la via per Santa Teresa Gallura, mare limpido e spiagge stupende, una tra tutte la spiaggia di Rena Bianca, tra le più belle del Mediterraneo. A pochi Km da S.Teresa di Gallura vi è poi uno degli angoli più straordinari della Sardegna, quale è Capo Testa, un enorme blocco di granito collegato alla terra ferma da un istmo di sabbia.
Proseguendo lungo la SS 133 bis si incontra Palau, nota località balneare della Gallura, confinante con la Costa Smeralda, e punto di partenza per altre incantevoli escursioni, come quella all'arcipelago della Maddalena, con i suoi isolotti e scogli e l’omonimo Parco Nazionale per la tutela della Fauna e della Flora. Dall’Isola della Maddalena è possibile poi raggiungere l’Isola di Caprera.
Da Palau inoltre, è possibile anche avventurarsi per luoghi meno conosciuti e più veri grazie al “Trenino verde”, una locomotiva d’epoca che attraversa le zone più selvagge della Sardegna. Portandovi in luoghi dove la natura è ancora intatta, foreste e laghi, coste e siti archeologici.
Lasciando Palau, si procede verso Arzachena ricca di testimonianze di epoca nuragica, il suo territorio comprende più di 80 km di incantevoli coste. Da Arzachena infatti, si sviluppa la Costa Smeralda, tratto costiero, famoso per le sue coste particolarmente frastagliate, per le sue bianche spiagge dalle acque cristalline e perché è sede di importanti centri turistici come Porto Cervo, e Porto Rotondo. Il nostro itinerario si conclude ad Olbia la più estesa città della Gallura. Olbia con il suo porto turistico e commerciale, e con il servizio di traghetti giornaliero, rappresenta la destinazione principale di sbarco dei turisti provenienti dalla penisola.
Naturalmente il vostro viaggio sarà accompagnato da balli ritmici e musica travolgenti. Sagre e feste folcloristiche con sfarzosi costumi tradizionali, fanno parte della quotidianità delle comunità isolane e della loro identità culturale.
Non potranno mancare un buon bicchiere di Vermentino di Gallura un vino bianco tra i più rinomati, oppure di Cannonau il più importante tra i rossi, o ancora di mirto, il popolare liquore dell’Isola.

Visita la pagina dei nostri agriturismi in Sardegna

Caricamento in corso
Agriturismo aggiunto ai preferiti
Agriturismo rimosso dai preferiti