contactModalFeedback

Spunti di viaggio

Viaggio a San Vito Lo Capo e dintorni: cosa vedere e cosa fare

Facciamo un salto a San Vito Lo Capo e scopriamo cosa visitare, cosa mangiare e tutte le numerose attività imperdibili da programmare durante un viaggio.

  • Dove dormire
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa mangiare
  • Come arrivare
Pagina
1
di 5

San Vito lo Capo è una piccola località balneare della Sicilia orientale molto ambita dai turisti di tutto il mondo soprattutto nei periodi caldi dell’anno, grazie alla sua bellissima distesa di sabbia bianca che incontra un mare che non ha nulla da invidiare ai Caraibi!

Se hai quindi scelto di trascorrere le vacanze qui, ti aiutiamo noi ad organizzare al meglio il tuo viaggio e a scoprire dove dormire, cosa visitare e mangiare, oltre le possibili attività a cui prender parte!

Dove dormire

Un'ottima decisione potrebbe essere quella di alloggiare nei dintorni di San Vito Lo Capo, per godere di tutta la tranquillità possibile. Tra Erice e Castellammare del Golfo ci sono diverse soluzioni: prova a guardare tra i nostri agriturismi della Sicilia!

Le località da visitare a San Vito Lo Capo e dintorni

Quella parte della Sicilia è così ricca di paesaggi e luoghi da vedere che ne rimarrete davvero colpiti.

San Vito lo Capo

La spiaggia di San Vito è ricca di lidi che ti offriranno ombrelloni e lettini tutto il giorno, ma se preferisci esiste anche la spiaggia libera dove potrai trascorrere la tua giornata in libertà. Piccolo consiglio: soprattutto in alta stagione, cerca di raggiungere la spiaggia non troppo tardi in modo da garantirti un po' di spazio tra i bagnanti.

Dopo una giornata al mare, come non concedersi una piacevole passeggiata in paese attraversando la via Savoia? Il luogo d’incontro di giovani e turisti è la Piazza Santuario, ricca di negozi e locali che si animano soprattutto la sera. Proseguite per via Venza, una piccola stradina animata d’estate dalla rassegna letteraria "Libri autori e buganvillee" che ogni estate coinvolge diversi giornalisti e scrittori.

Se non ti spaventa camminare un po', tappa obbligatoria è il suggestivo faro di San Vito, uno dei simboli della città che la sera con la sua luce illumina meravigliosamente il mare.

Riserva naturale orientata dello Zingaro

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Enrico Riccobene (@enrico_riccobene) in data: 29 Mag 2019 alle ore 10:42 PDT

Ben 7 km di natura incontaminata fanno della Riserva dello Zingaro una delle tappe obbligatorie per gli amanti della natura e non! Da San Vito potrete raggiungere l’ingresso Nord della riserva in soli 15 minuti. Sono tantissime le piccole spiaggette da scoprire, noi ti consigliamo sicuramente la Tonnarella dell’Uzzo, Cala Beretta e Cala Marinella. Per quanto riguarda i sentieri, sono 3 quelli principali, di cui uno facile e due per veri sportivi! In barca o a piedi, sarà meraviglioso visitare la riserva.

Parco archeologico di Segesta

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da SB (@saraszoom) in data: 12 Giu 2019 alle ore 12:38 PDT

Per gli amanti dell’archeologia, anche se dista quasi un'ora, il parco archeologico di Segesta è una tappa da non perdere per niente al mondo. All’interno del parco sono ben 12 i siti da visitare, tra i quali il maestoso tempio dorico ed il teatro ellenistico sono i principali.

Castellammare e Scopello

Castellammare del Golfo e Scopello sono 2 località distanti  15 minuti l’una dall’altra che vale la pena visitare. Il primo è un piccolo borgo di pescatori ricco di ristoranti e trattorie dove fermarsi per gustare pesce freschissimo; Scopello invece era anticamente una tonnara, oggi invece è un luogo affascinante dove poter trascorrere qualche tra tuffi e relax.

Erice

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Miriam ⚓ (@mairim_photo) in data: 11 Giu 2019 alle ore 6:22 PDT

Erice è una piccola cittadina arroccata a 750 metri di altezza sul monte a cui deve il suo nome. La sua caratteristica è data da labirinto di piccole viuzze e stradine acciottolate che s’intersecano tra loro. Da lì, il paesaggio sulle Isole Egadi è davvero meraviglioso.

Isole Egadi

Come non fare tappa alle Isole Egadi? Le isole, Favignana, Levanzo e Marettimo,  sono raggiungibili in aliscafo da Trapani oppure con le numerose escursioni in barca che partono proprio da li. Sono isole molto selvagge, ti consigliamo di visitarle in bicicletta e di fermarti in una delle splendide cale per un tuffo nelle acque azzurrissime.

Cosa fare a Trapani e dintorni

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da 🌎 SICILYING 🍅 (@sicilying) in data: 2 Giu 2017 alle ore 12:45 PDT

Possiamo suggerirvi tantissime attività di vario genere tra San Vito Lo Capo ed i suoi dintorni.

Siamo sicuri che la prima cosa che ti verrà in mente sarà quella di visitare le Isole Egadi. Il modo migliore per farlo? Prendendo parte ad escursioni di gruppo con partenza da Trapani o direttamente da Favignana. Tra barche a vela, caicchi, catamarani e minicrociere una cosa è certa… non rimarrai a terra!

Restando in tema di tour in barca, da Castellammare potrete prendere parte ad un’attività di pescaturismo tra Scopello e la Riserva dello Zingaro. Imparerete a “salpare” e “calare” le reti proprio come fanno i pescatori del luogo ed infine degusterete ciò che avete pescato!

Un’attività divertente e adrenalinica è il tour in quad tra le acque termali di Fiume Caldo ed il Tempio di Segesta. Si parte proprio dal parco archeologico  e da lì la guida vi farà scoprire i luoghi più belli delle campagne ed i vigneti segestani.

Se vuoi prender parte ad una (o più) di queste esperienze, ti consigliamo di affidarti a Sicilying, un web company tutta siciliana nata con lo scopo principale di promuovere un turismo esperienziale in Sicilia: 9 categorie, 160 operatori locali  e più di 500 esperienze tra arte, cultura, natura, sport e benessere sono i loro segni distintivi. Bastano pochi click e l’esperienza è prenotata!

Cosa mangiare

Mai sentito parlare del Cous Cous Fest? Se la risposta è no, si tratta di un festival culinario che ogni anno, nel periodo di settembre, coinvolge chef da tutto il mondo nella preparazione di uno dei cibi più famosi di San Vito: il Cous Cous a base di pesce.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da 🌎 SICILYING 🍅 (@sicilying) in data: 26 Ott 2017 alle ore 6:10 PDT

Un’altra pietanza molto diffusa è il “pane cunzatu” (ovvero, pane condito), ovvero pane casereccio condito con prodotti freschissimi quali tonno, pomodoro e basilico. Per i golosi di dolci, i ravioloni di ricotta sono senza dubbio il dolce che dovrete provare assolutamente!

Come arrivare

Raggiungere San Vito Lo Capo è molto semplice grazie ai 2 aeroporti di Trapani Birgi e di Palermo Punta Raisi che si trovano rispettivamente a un'ora e a un'ora e 20 minuti di distanza.

Giunto in aeroporto, potrai raggiungere la località prenotando un’auto a noleggio o un servizio di noleggio con conducente, in alternativa affidandoti al servizio bus della Autolinee Segesta che ti porterà al centro di Trapani e da qui potrete prendere la coincidenza per San Vito Lo Capo con Pullman AST.

Non ci resta che augurarti BUON VIAGGIO!

 

Caricamento in corso
Agriturismo aggiunto ai preferiti
Agriturismo rimosso dai preferiti