contactModalFeedback

Spunti di viaggio

L'Abruzzo, dove i monti e il mare si incontrano

L'Abruzzo è senza dubbio una delle regioni più affascinanti della Penisola: un luogo sospeso tra le vette del Parco nazionale d'Abruzzo e del Gran Sasso e le acque del Mar Adriatico.

Seppur (o forse grazie a questo motivo) in parte trascurato dal turismo di massa, l'Abruzzo è senza dubbio una delle regioni più affascinanti della Penisola: un luogo sospeso tra le vette del Parco nazionale d'Abruzzo e del Gran Sasso e le acque del mar Adriatico.

Viaggio in Abruzzo: tra Pescara, Sulmona e Scanno

Il nostro viaggio ha inizio a Pescara, città che sorge alla foce dell'omonimo fiume e dove è possibile visitare la Casa di Gabriele D'Annunzio, dove il poeta è nato.
Dopo una passeggiata sul lungomare pescarese, partiamo alla volta dell'entroterra. Aree poco densamente popolate, oasi protette, ambienti incontaminati: è questo quanto offre la strada che via via percorriamo.

Sulmona, celebre per aver dato i natali a Ovidio e per i confetti, è un paese a forte connotazione medievale. Imperdibile è il complesso dell'Annunziata, in parte gotico in parte rinascimentale, dove sono situati il Museo Civico e l'adiacente chiesa di origine trecentesca. Inoltre: la cattedrale romanica di San Panfilo e la piazza del Carmine con la Fontana del Vecchio.

Dopo Sulmona è la volta di Scanno, borgo medievale dominato dagli Appennini. La città vecchia è stupenda, l'atmosfera che si respira è davvero quella di un paesino d'altri tempi. Tranquillità è offerta poi dall'omonimo lago, uno specchio d'acqua di ridotte dimensioni immerso tra i monti abruzzesi.

Viaggio in Abruzzo: dal Parco Nazionale d'Abruzzo al mare

 

Un post condiviso da Your Abruzzo (@yourabruzzo) in data: Mar 27, 2018 at 1:28 PDT

Servono pochi chilometri di strada per raggiungere uno degli scenari più affascinanti d'Italia: il Parco nazionale d'Abruzzo. Questo polmone verde è dominato vette, bagnato da fiumi e laghi e ricoperto da foreste ed è abitato da circa 400 specie di animali, tra cui il più celebre è forse l'orso bruno marsicano. Numerose le attività che si possono fare: escursioni a piedi, a cavallo, in barca o sciate.

Dopo esserci rigenerati in un luogo lontano anni luce dalla realtà quotidiana, ritorniamo sulla strada principale, alla volta de L'Aquila. Alle pendici del Gran Sasso, è la città artisticamente più ricca d'Abruzzo: la Basilica di San Bernardino (1454), Santa Maria di Collemaggio (in stile romanico-gotico) e la medievale fontana delle Novantanove Cannelle sono solo alcune delle emergenze del capoluogo.

Prima di giungere al mare, trascorriamo un po' di tempo a Teramo (da visitare la cattedrale risalente al XII secolo) e deviamo per Atri, borgo tra i più caratteristici della regione.
Pochi minuti di tragitto ed ecco il mar Adriatico: qui c'è solo l'imbarazzo della scelta per chi desidera fare un tuffo in acqua e rilassarsi dopo un percorso estremamente affascinante ma anche impegnativo. E per chi ne volesse ancora, basta riprendere le numerose stradine dell'entroterra per tornare a scoprire nuovi paesini sui colli e sui monti dell'Abruzzo.

 

Un post condiviso da Your Abruzzo (@yourabruzzo) in data: Feb 21, 2018 at 3:04 PST

Viaggio in Abruzzo: dove dormire

Per organizzare al meglio il tuo viaggio in Abruzzo puoi visitare la pagina dei nostri agriturismi in Abruzzo

Caricamento in corso
Agriturismo aggiunto ai preferiti
Agriturismo rimosso dai preferiti